Un seminario gratuito sul metodo Validation con rilascio di crediti formativi per assistenti sociali 

Venerdì 10 maggio al Punto Informa Lavoro di Morciola, via Pietro Nenni 35 (PU), si svolgerà una giornata formativa dedicata al metodo Validation. 
Il seminario gratuito illustra riflessioni specifiche sulla comunicazione abituale e spontanea nei confronti dell’anziano affetto da demenza e fornisce nuovi idee di tipo validante. Nella complessità del mondo della cura appare infatti sempre più importante affrontare cammini formativi specificatamente rivolti alle patologie dementigene.

L'obiettivo del seminario è mettere in discussione l’atteggiamento spontaneo, spesso paternalistico, che si tende ad assumere con gli anziani affetti da demenza, a favore di un atteggiamento rispettoso che dà valore alla persona. Questa competenza risulta utile ed efficace in tutti gli ambiti relazionali, per i professionisti che operano a domicilio e in strutture residenziali, semi-residenziali.

Il seminario gratuito è dedicato ad assistenti sociali e persone interessate all'argomento, come psicologi, educatori, operatori socio sanitari etc.
Partecipando alla giornata, gli assistenti sociali possono richiedere crediti formativi.

Nella mattinata, alle 9.00 il seminario tenuto da Cinzia Siviero, Responsabile AGAPE AVO Organizzazione Validation Autorizzata, approfondirà questi argomenti:

- uno sguardo differente sulla vecchiaia, il metodo Validation®;
- sviluppare ed esercitare l’empatia;
- sentire invece che capire;
- come fare per non essere annientati dal contatto empatico;
- le applicazioni possibili, in struttura e sul territorio.

Nel pomeriggio, alle 14.30 Giulia Dapero presenta due volumi: Non trovo le parole. Il metodo Validation per comunicare con l'anziano affetto da demenza e Riconoscersi ancora. Identità e relazione come strumenti per l'assistenza domiciliare.
Il primo testo di Silvia Pellegrini e Cinzia Siviero offre un'ampio sguardo sul metodo Validation e sulle sue origini. Tratta i principi fondamentali del metodo, le quattro fasi secondo Feil insieme a esempi concreti di applicazione.
Il secondo curato da Rita D’Alfonso, Manuela Graziani e Cinzia Siviero, analizza le diverse potenzialità di intervento nella presa in carico dell’anziano fragile a domicilio, propone esperienze e percorsi di cura e assistenza, con una attenzione particolare ai rapporti con il sistema famiglia e alla possibilità di mantenere una rete amicale e sociale.

Per informazioni

Direttrice del corso: Giardini Roberta
Labirinto Cooperativa Sociale – Centro di Formazione Orientamento, via Milazzo, 28, Pesaro
Tel. 0721 26691 – Fax 0721 220664 (da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica l'invito

Consorzio Sociale Santa Colomba

polisportiva millepiedi Pesaro