Cooperativa

La cooperativa si proietta in crescita e con risultati postivi verso il quarantennale.

Si è svolta a Pesaro a Villa Cattani Stuart l’Assemblea ordinaria dei soci della cooperativa sociale Labirinto, chiamata ad approvare il bilancio d’esercizio e il bilancio sociale2017, che da quest’anno è divenuto per le cooperative sociali un documento obbligatorio.

Ospiti dell’assemblea il consigliere regionale Andrea Biancani, in rappresentanza del governatore Ceriscioli, il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, il presidente del consiglio comunale di Pesaro, Andrea Nobili, l’assessore al dialogo del Comune di Pesaro, Luca Bartolucci, l’assessore ai servizi sociali del Comune di Fano, Marina Bargnesi, il coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale 1, Roberto Drago, il coordinatore regionale di Legacoop Marche, Fabio Grossetti.

L’assemblea si è aperta con la proiezione di “Momenti di Gloria”, un video prodotto all’interno della campagna “La storia condivisa”. Con questa campagna di comunicazione - ha detto nel suo intervento la presidente Simona Giommi – a partire dalla narrazione di piccole-grandi vicende, raccontiamo il lavoro delle nostre socie e dei nostri soci, e l’impatto che queste azioni hanno sul territorio. Dietro ogni storia ci sono persone che hanno creato le condizioni affinché si verificasse”.

Simona Giommi ha ricordato i valori che ispirano l’azione di Labirinto: serietà, senso di appartenenza, rispetto dei soci e della comunità in cui opera la cooperativa, corresponsabilità, azione collettiva, centralità della persona. Un valore aggiunto per il territorio che è stato riconosciuto e sottolineato nei loro interventi sia da Matteo Ricci che da Marina Bargnesi che da Andrea Biancani, secondo i quali la cooperativa è stata determinante per mantenere in questi anni di crisi la qualità della vita, prendendosi cura delle persone più fragili.

1138 soci, 1000 lavoratori, 28,9 milioni di fatturato, 3,7 milioni di patrimonio netto, 182.000 euro di utile di esercizio, 330.000 euro di accantonamenti e 200.000 euro di ristorno ai soci che per il quarto anno consecutivo viene distribuito sotto forma di quote sociali. Questi i numeri, illustrati dal direttore Davide Mattioli, di un 2017 che ha confermato la crescita e la stabilità di Labirinto, una cooperativa che secondo Fabio Grossetti è un esempio per tutte le cooperative, per la partecipazione, il rinnovamento, il ricambio generazionale, la capacità di innovare e per il suo impegno nelle aree interne delle Marche.

Sara Rago, area ricerca di Aiccon - Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit, ha illustrato come si sia concretamente articolato, con il coinvolgimento di oltre 70 soci, il percorso verso la valutazione dell’impatto sociale dell’operato della cooperativa, annunciato nell’assemblea dello scorso anno. “Valutare significa dare valore; valutare l’impatto vuol dire capire come un servizio erogato trasforma la comunità e i beneficiari nel medio e lungo periodo”.

Concludendo l’assemblea, la presidente Simona Giommi ha condiviso un episodio avvenuto di recente: una lettera di ringraziamento dell’assessore ai servizi sociali di Pesaro Sara Mengucci per la competenza, professionalità e delicatezza con cui Labirinto ha trattato il caso di una donna vittima di violenza. Un ringraziamento rivolto alle socie lavoratrici della cooperativa, che sono state le artefici dei risultati e dei riconoscimenti di Labirinto.

Guarda l'album fotografico sulla pagina Facebook di Labirinto

Il bilancio sociale 2017 è consultabile nella sezione dedicata sul sito di Labirinto