Cooperativa

Chi siamo/Cosa facciamo

Fisioterapisti, psicomotricisti, logopedisti, psicologhe, educatori, OSS, ADEST, assistenti sociali: queste le nostre professionalità.
Lavoriamo nella domiciliarità e nei Centri Diurni, nelle strutture residenziali, dai ricoveri temporanei alla residenzialità permanente, negli ospedali e nei distretti sanitari.

Risposte diversificate

Raggruppati sotto un unico settore i servizi hanno ciascuno caratteristiche particolari perché dedicate a bisogni particolari. La Cura è nella ricerca del Bene-essere delle persone di cui ci facciamo carico.

Qualificazioni dei servizi

I nostri Operatori partecipano con regolarità a corsi di aggiornamento e formazione; i servizi e le prestazioni che offriamo hanno come obiettivo primario quello di tendere ad un miglioramento continuo: l'attenta lettura del contesto permette la ricerca di soluzioni innovative e integrate nel territorio.

Dove siamo

Ambiti Territoriali e Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, una residenza protetta per anziani nella Provincia di Rimini: garanzia di un forte radicamento nel territorio, di legami solidi e di valorizzazione della rete locale (privato sociale, volontariato, associazioni, scuole, centri sociali, reti di prossimità).

I numeri

  • n.5 Residenze Protette
  • n. 3 Case di Riposo
  • n.2 Centri Diurni Alzheimer
  • n.1 Centro Diurno Anziani
  • n.9 servizi di Assistenza domiciliare
  • n.2 servizi di assistenza riabilitativa domiciliare - logopedia e fisioterapia ospedaliera e ambulatoriale – sostegno psicologico e di screening
  • n.1 servizio vacanze estive anziani

I nostri servizi e le nostre attività con persone in condizione di disabilità hanno ormai 30 anni di storia: è cresciuto negli anni il riconoscimento sociale di questi servizi, che fanno ormai parte della storia pubblica delle città e delle comunità in cui si trovano, in diverse località della Provincia di Pesaro-Urbino:

  • 8 centri socio educativi riabilitativi
  • 1 residenza sanitaria assistenziale
  • 1 comunità residenziale
  • 12 servizi di sostegno ed assistenza educativa scolastica
  • 14 servizi educativi domiciliari
  • Attività per il tempo libero
  • Servizi di trasporto persone con disabilità qualificato
  • Servizi di Tutoraggio ed orientamento lavorativo
  • Corsi di qualifica e propedeutici all'inserimento lavorativo
  • Attività di documentazione ed orientamento

I Servizi vengono svolti in convenzione con gli Enti pubblici ed in stretto rapporto collaborativo con loro, tale da permetterne la progressiva evoluzione e trasformazione, come è naturale per attività così legate al loro contesto sociale di riferimento: le famiglie che cambiano, l'età che avanza, la domanda di inclusione che diventa sempre più definita ed insieme si incontra/scontra con altre 'esclusioni' che caratterizzano la nostra società.

Il nostro intervento può prendere, a seconda delle situazioni, forma di progettazione educativa, intervento assistenziale, affiancamento in percorsi individuali d'integrazione sociale, supporto in tutti i momenti della vita quotidiana: ciò che teniamo fermi, al di sotto della specificità e della quotidianità puntuale con cui operiamo, sono il riconoscimento e la consapevolezza dell'interdipendenza dei servizi.

  • Per educare un bambino ci vuole la conoscenza…
  • Per avere la conoscenza ci vuole l' impegno
  • Per avere l' impegno ci vuole l'attenzione
  • Per avere l'attenzione ci vuole la cura
  • Per la cura ci vuole un particolare
  • Per avere un particolare ci vuole l'insieme
  • Per avere l'insieme ci vuole un gruppo
  • Per avere un gruppo ci vuole una comunità
  • Per educare un bambino ci vuole una comunità!

Cosa facciamo?

Ci prendiamo cura della crescita dei bambini e delle bambine con un progetto educativo integrato con le famiglie.

Come facciamo?

Prepariamo l'ambiente: curiamo lo spazio, pensiamo il tempo, scegliamo i materiali, facciamo attenzione ai gesti ed alle parole.

Come procediamo?

Studiamo e ci formiamo, osserviamo i bambini e le bambine, lavoriamo con altri adulti, genitori, amministratori, agenzie ed istituzioni per una comunità educante.

Quali e quanti servizi abbiamo?

10 nidi d'infanzia 5 centri per l'infanzia 5 scuole dell'infanzia 9 centri estivi 2 ludoteche.

Dove?

I nostri servizi per l'infanzia i trovano nella Provincia di Pesaro e Urbino, nei comuni di:
Pesaro, Fano, Gabicce Mare, Gradara, Colombarone, Cartoceto, Sant'Angelo in Vado, Peglio.

Le attività ed i servizi che svolgiamo nell'ambito delle politiche giovanili hanno una storia ormai ventennale. La funzione da loro svolta nel territorio è ormai consolidata da pratiche sperimentate ed in continua trasformazione, alla continua ricerca di una sintonia tra proposte progettuali e ragazzi/ragazze a cui i servizi si rivolgono:

  • centri d'aggregazione per adolescenti
  • centri giovani
  • centri d'ascolto
  • attività d'orientamento nelle scuole
  • attività educativa di strada
  • corsi di sensibilizzazione nelle scuole superiori
  • attività di consulenza psicologica
  • corsi di formazione e qualifica
  • tirocini universitari e di avviamento professionale

In questa fase storica dei servizi, così soggetta a trasformazioni e cambiamenti, crediamo sia importante affermare chiaramente gli elementi che ci orientano:

  • gli utenti dei servizi, che sono ragazzi e ragazze con un nome, un cognome, una storia personale ed un contesto di provenienza; che frequentano i servizi e le attività proposte; che crescono e condividono il loro percorso di crescita con i loro coetanei e gli educatori. Ciascuno di loro, frequentando il centro, rappresenta anche l'idea di adolescente e giovane che abbiamo: cosa ci aspettiamo da lui, quale futuro pensiamo ed aiutiamo a progettare, quali pensiamo siano i suoi bisogni e le sue capacità.
  • I servizi, oltre ad essere luoghi di accoglienza ed attività, sono snodi di una rete di soggetti (Enti pubblici, Scuola, volontariato…) che costituisce un patrimonio relazionale ingente, sul quale possono sostenersi politiche d'integrazione degli interventi educativi, comprese le risorse economiche e progettuali.
  • Le lavoratrici ed i lavoratori della Cooperativa Sociale Labirinto, che costituiscono la struttura sostanziale del progetto, con la loro presenza quotidiana e connotata professionalmente. Sono i collettori delle storie personali ed i riferimenti per i ragazzi e le ragazze che frequentano i servizi e per le loro famiglie: in questo senso, sono dei rilevatori presenti sui territori, in grado di cogliere i bisogni e le loro trasformazioni, ma anche le più articolate dinamiche sociali che attraversano il nostro tessuto comunitario.

 

L'interesse di Labirinto rispetto alle problematiche di salute mentale nasce negli anni '80. I cooperatori di quegli anni presentarono un innovativo progetto di animazione motoria in una struttura per lungodegenti psichiatrici, questa attività è stata gestita per quindici anni. Per la prima volta operatori "cooperatori" avevano accesso a dei servizi prettamente ad indirizzo pubblico, sanitario, in ambito psichiatrico.

A metà degli anni '90 Labirinto inizia a partecipare a gare di appalto per attivare all'interno delle strutture alternative al manicomio, servizi educativi/riabilitativi ad opera di Educatori specializzati nel settore di riferimento, in seguito alla totale riorganizzazione in Italia dei Dipartimenti di Salute Mentale.

Dal  2003   in poi Labirinto inizia a progettare e gestire altre tipologie di servizi rivolti a soggetti con problematiche di salute mentale, con l'avvio di attività prioritariamente territoriali e di sostegno alle famiglie in collaborazione degli Ambiti Sociali Territoriali, i Servizi sanitari, la Provincia e la Regione di riferimento.

I gruppi di lavoro della cooperativa mettono a disposizione la propria professionalità, al fine di raggiungere un sempre più elevato grado di qualità di vita per le persone, progettando interventi diversificati e personalizzati, in stretta collaborazione con i diversi attori coinvolti. A tal fine dal 2010 i servizi del settore salute mentale sono monitorati attraverso il sistema di gestione qualità, condiviso con gli enti committenti di riferimento.

 

I servizi.

Nell'ambito dei servizi delle dipendenze patologiche, Labirinto si occupa della gestione di due strutture residenziali: casa Frassati (sede maschile) e casa Sacchetti (sede femminile). Oltre a queste realtà, Labirinto collabora con il programma del Centro Diurno dell’Area vasta 1 dell’Asur di Pesaro, attraverso l’accoglienza  residenziale (dal lunedì al venerdì) di persone che svolgono un programma presso il suddetto Centro. Tale servizio è denominato Casa Frassati 2.

Obiettivi e metodologia.

L'obiettivo dei percorsi è accompagnare le persone in un cammino di acquisizione di consapevolezza delle proprie risorse per poter costruire un'autonomia individuale ed abitativa, attraverso un lavoro terapeutico ed educativo, utile alla rielaborazione dei personali vissuti.

Il personale.

Il personale operativo svolge percorsi di formazione ed aggiornamento per fornire risposte adeguate ai contesti residenziali. Le strutture accolgono persone inviate dai servizi territoriali dipendenza patologiche dei luoghi di residenza.

Sportello Carcere.

Fa capo a questo settore, anche se non si rivolge solo ai tossicodipendenti, lo sportello carcere promosso dall’Ambito Territoriale Sociale n.1, rivolto ai “nuovi giunti” nella casa Circondariale di Pesaro che offre informazioni riguardo i corsi, le attività socio-ricreative e culturali, i percorsi scolastici e lavorativi presenti all’interno e le relative modalità di iscrizione-accesso.
Oltre alla referente, laureata in giurisprudenza, lavorano in questo progetto 2 mediatori culturali (albanese e arabo) per favorire l’integrazione e la comprensione di norme e diritti.

Il Centro Antiviolenza "Parla con noi" della Provincia di Pesaro e Urbino rappresenta un punto di riferimento provinciale per tutte le donne che subiscono maltrattamenti, violenze fisiche, psicologiche, economiche e stalking.
Dal gennaio 2011 collaboriamo con la Provincia di Pesaro e Urbino nella gestione del Centro, mettendo a disposizione una figura di coordinamento e due operatrici dell'accoglienza. Presso il Centro collabora anche l'Associazione di promozione sociale Percorso Donna che fornisce il personale volontario.

Finalità del Centro

Fornire alle vittime di violenza, maltrattamenti, abusi extra o intra familiari, il sostegno utile ad intraprendere un percorso di uscita dalla violenza.

Servizi offerti

Colloqui di accoglienza; colloqui informativi gratuiti di carattere legale; sostegno psicologico; orientamento e accompagnamento all'utilizzo dei servizi presenti sul territorio; sostegno nel cercare soluzioni per ospitalità temporanea alle vittime e ai loro figli minori, quando sia necessario un allontanamento dal proprio domicilio.
L'accesso a tutti i servizi del Centro Antiviolenza è gratuito.

Orari di apertura

Aperture del servizio accoglienza telefonica e colloqui su appuntamento  
lunedì ore 10.00 - 13.00
mercoledì ore 8.30 - 12.30
giovedì ore 14.00 - 18.00
venerdì ore 9.00 - 13.00

Consulenze psicologiche
martedì ore 14.00 - 17.00
giovedì ore 10.00 - 13.00

Colloqui informativi di carattere legale
giovedì ore 16.00 - 18.00 

Negli orari di chiusura è attiva una segreteria telefonica 24 ore su 24.
Al centro si accede solo su appuntamento.

Contatti

Telefono: 0721 639014
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Numero gratuito nazionale antiviolenza: 1522

 

Il Centro di Formazione e Orientamento (CFO) è un servizio accreditato dalla Regione Marche per la progettazione e gestione di corsi di formazione. Dal 1998 gestiamo corsi di formazione in collaborazione con la Provincia di Pesaro, con la Regione Marche e con altre agenzie territoriali.

Il nostro ambito specifico di intervento sono le professioni sociali ed educative, in tutte le loro possibili articolazioni e lo sviluppo di una cultura del lavoro, inteso come crescita personale e possibilità di incidere significativamente nel contesto sociale. Nello specifico ci muoviamo all’interno delle seguenti macro aree: - area politiche del welfare, delle professioni educative, sociali e sanitarie e dei servizi educativi sociali e sanitari. - Area politiche attive del lavoro con particolare attenzione alle persone svantaggiate, alle attività di orientamento, all’apprendistato, alla riqualificazione. - Area cooperazione internazionale, nello specifico il settore ricerche qualitative e quantitative, start up d’impresa e qualificazione professionale. - Percorsi di formazione personale. Attraverso le attività del C.F.O. vogliamo garantire una presenza attenta e significativa nel quadro dell’economia territoriale, dove accanto al più specifico intervento nell’ambito sociale, possano collocarsi anche attività formative finalizzate a garantire maggiori opportunità occupazionali alle persone espulse dal mercato del lavoro o in condizione di difficoltà.

La nostra attività formativa è rivolta anche al personale impiegato presso la cooperativa Labirinto: ci occupiamo della progettazione e gestione di percorsi formativi (aggiornamento, qualificazione e riqualificazione) utilizzando le procedure previste dal Sistema Qualità, in collaborazione con la Responsabile della Qualità.

Le attività ed i servizi che svolgiamo nell'ambito delle politiche e degli interventi di inclusione e accoglienza di migranti, rifugiati e richiedenti asilo, si basano su due obiettivi principali:

  • garantire misure di assistenza e di protezione della persona
  • favorirne il percorso verso la (ri)conquista della propria autonomia.

Tutti i servizi offerti agli utenti sono uniti da un unico filo conduttore: la centralità della persona, dei suoi bisogni e dei suoi diritti. I nostri percorsi di accoglienza e integrazione si articolano in diverse tipologie di servizi e attività, finalizzate all’obiettivo del nuovo raggiungimento di un’autonomia abitativa, relazionale e lavorativa.

Siamo consapevoli che quando si parla di integrazione ci si riferisce ad un processo che coinvolge una molteplicità di attori: chi arriva, chi accoglie, le istituzioni, gli attori sociali, per questo riteniamo importante costruire e implementare le reti territoriali, in modo da coinvolgere tutti gli attori locali a sostegno dei progetti di accoglienza.

I servizi

  • Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati SPRAR “Invictus” – Pesaro: accoglie adulti e nuclei monoparentali (donne con bambini).
  • Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati SPRAR “Pesaro Accoglie”– Pesaro: ospita adulti con disabilità.
  • Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati SPRAR “Senza Confini” – Lunano: accoglie minori non accompagnati.

I servizi fanno parte della rete SPRAR - Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati del Servizio Centrale – ANCI – Ministero dell’Interno.

 

La Polisportiva Millepiedi (Associazione Sportiva Dilettantistica) , nasce dall'esperienza culturale e pedagogica in ambito motorio della Cooperativa Labirinto.
Svolge dal 2007 attività motoria per adulti, psicomotricità per bambini (progetti-scuola in dieci Istituti Comprensivi), sport per la disabilità, negli istituti penitenziari e nelle case di riposo, avvalendosi di insegnanti qualificati e laureati in scienze motorie.

Tra i nostri obiettivi c’è quello di educare al benessere psicofisico dell’individuo attraverso attività psicomotorie e motorie-adattate per qualsiasi età e condizione. Crediamo molto nella collaborazione in rete per l'attivazione di nuovi progetti integrati con altre realtà significative del territorio.

I nostri corsi si svolgono all’interno di oltre 20 palestre, impianti sportivi e circoli del territorio pesarese.
Il nostro intervento è rivolto anche a più di 50 giovani e adulti in situazione di disabilità attraverso attività come basket, nuoto, calcio a 5, multisport, canottaggio, bocce, interventi individualizzati e domiciliari.

A partire da novembre 2016, con la collaborazione della Cooperativa Sociale T41 B e l'Auser provinciale, siamo partner per la gestione dell'impianto sportivo Campo Scuola del Comune di Pesaro.
Organizziamo Centri estivi e invernali per l’infanzia (3-6 anni) e i bambini (6-11 anni).
Siamo convenzionati con l’Asur Marche Area Vasta 1 Centro di Promozione della Salute per progetti rivolti ad adulti e anziani in pre-osteoporosi o osteoporosi conclamata.

Consorzio Sociale Santa Colomba

polisportiva millepiedi Pesaro