La mostra "Essere, indicativo presene" ha aperto le manifestazioni per il ventennale del centro educativo “L’albero delle storie”

Nei locali della ex scuola elementare di Paravento, piccola e suggestiva frazione di Cagli alle pendici del Monte Catria, domenica 17 dicembre alle ore 17:00 hanno preso il via le manifestazioni che durante tutto il 2018 celebreranno il ventennale de “L’albero delle storie”, il Centro educativo (o Cser, secondo la dicitura prevista dalla Regione Marche) gestito dalla cooperativa sociale Labirinto a beneficio di persone disabili residenti nei territori montani del Catria e del Nerone.

L'inaugurazione della mostra di disegni di Claudio Blasi "Essere, indicativo presente" è stat l’occasione per presentare l’intenso programma di feste, installazioni, spettacoli teatrali, performance collettive, mostre d'arte e incontri pubblici che avranno come filo conduttore il tema del "rifugio".

Una scelta coerente con lo stretto legame con il territorio che è alla base dell’attività de “L’albero delle storie” e della cooperativa: "Asili d’Appennino – le dimore della creatività nelle Alte Marche" è infatti il nome del documento strategico elaborato dal Laboratorio di ideazione del Progetto Pilota delle Aree Interne "Appennino basso pesarese anconetano". Le montagne, come luogo di accoglienza e di creazione, si esprimeranno anche nelle iniziative del ventennale de “L’albero delle storie”.

La mostra e l'incontro sono promossi dal Comune di Cagli, dall'Unione Montana del Catria e Nerone, dalla cooperativa sociale Labirinto, dall'Associazione culturale storico ambientale “La Battaglia di Paravento”.

Hanno partecipato:
Francesco Passetti, Presidente dell'Unione Montana Catria e Nerone, Ente capofila Progetto Pilota Aree Interne "Appennino basso pesarese anconetano"
Alberto Alessandri, Sindaco del Comune di Cagli Stefano Polidori, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Cagli
Sandro Pascucci, Direttore dell'Istituzione Teatro Comunale di Cagli, Consulente Progetto Pilota Aree Interne "Appennino basso pesarese anconetano"
Livia Baldelli, Curatrice della mostra
Aurelio Clementi, Cooperativa Sociale Labirinto

Scarica la locandina