270 i presenti alla seconda cena solidale per i 20 anni del centro diurno per persone con disabilità residenti nei territori montani del Catria e Nerone, L’albero delle storie

Ottima la risposta del territorio alla seconda cena solidale per i 20 anni de L’Albero delle storie. 270 persone, tra partecipanti e organizzatori, si sono uniti al centro diurno per persone con disabilità L’albero delle storie, per festeggiare i 20 anni di attività.

Un evento partecipato, che conferma il radicamento del servizio nella comunità locale. La musica di Maurizio Casettari e le danze hanno accompagnato la serata fino a tarda notte, mentre il Gruppo Animazione di Cai Mercati ha coinvolto bambine e bambini in una colorata area giochi, e in un laboratorio sul tema dei rifugi e dell'abitare.

La serata, promossa dal Comune di Cagli, l’Unione Montana del Catria e Nerone, la Bocciofila cagliese e dalla Cooperativa Sociale Labirinto, è stata l’occasione per consolidare lo storico rapporto tra le persone del Centro, le loro famiglie, le amministrazioni locali e regionali, le molte persone che nel corso del tempo si sono unite alla vita del gruppo, e raccogliere fondi per sostenere i progetti del Centro.

Sono intervenuti: per la Regione Marche il consigliere regionale Gino Traversini, per la città di Cagli il Sindaco Alberto Alessandri e per la Cooperativa sociale Labirinto il coordinatore Aurelio Clementi.