Nell'ambito delle celebrazioni per il quarantennale della cooperativa sociale Labirinto venerdì 25 ottobre il convegno per costruire uno scenario per la disabilità complessa a cura del settore disabilità in età adulta 


Dopo il convegno Tratta e sfruttamento di esseri umani, convegno a cura del settore migranti, è il settore disabilità in età adulta a presentare al pubblico l'appuntamento celebrativo del Quarantennale della cooperativa sociale Labirinto. Le attività curate per questo importante anniversario vogliono sottolineare come Labirinto, nata ascoltando le necessità e i bisogni delle persone, voglia continuare a essere al loro servizio progettando e costruendo insieme alla comunità un futuro sempre più inclusivo.
 
 “Un progetto può essere su qualcuno” è il convegno, curato dal settore disabilità in età adulta insieme a Gli amici del Bar Ducale, con l’obiettivo di costruire uno scenario che permetta alla persona con disabilità complessa di avere un progetto di vita nel quale ritrovarsi e muoversi. Il convegno si svolgerà nell’aula magna del polo universitario di Rimini, via Angherà 22, venerdì 25 ottobre dalle 14.30.
 
La giornata di studio vuole riflettere sulle modalità di gestione delle risorse a disposizione della persona disabile, il budget di salute, e sulle molteplici possibilità di costruire progetti in presenza di problematiche gravi.
 
Dopo i saluti istituzionali di Marco Angeloni di Rete Centri e Luca Dimasi, docente di Diritto dei servizi sociali, polo di Rimini, il convegno si aprirà delineando lo scenario attuale del budget di salute.
In questa sessione dialogheranno Andrea Canevaro, professore emerito di pedagogia speciale, Fausto Giancaterina, ex dirigente del Comune di Roma, consulente del sistema operativo budget di salute, Fabio Mazzotti, capo dipartimento servizi alla persona del Comune di Rimini.
 
I lavori riprenderanno dopo la pausa con gli interventi sulle diverse esperienze con la disabilità complessa. Gli interventi saranno curati daAndrea Canevaro, Luca Pazzaglia, responsabile settore disabilità in età adulta della cooperativa sociale Labirinto e Tamara Matricardi, educatrice.
 
A “Un progetto può essere su qualcuno” seguiranno singoli “cantieri”, incontri formativi che si terranno a Pesaro nel mese di gennaio.
Nei cantieri saranno presentati, analizzati e discussi i progetti realizzati con persone con disabilità complessa in particolare:

  • Stimolazione Basale: stimolare per conoscere e conoscersi", a cura di Tamara Matricardi 
  • "Con l’arte si può… Ma non parliamo di terapia: l’accesso e la partecipazione di soggetti con disabilità alla cultura", a cura di Luca Pazzaglia;
  • "Ineducabile educabile: dall’esclusione dell’ineducabilità all’inclusione dell’educabilità", a cura di Andrea Canevaro e Sara Bolognesi.
Per partecipare al convegno è necessario iscriversi.

 

Per informazioni

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica il programma in PDF

Consorzio Sociale Santa Colomba

polisportiva millepiedi Pesaro