Un progetto di welfare locale e un bene pubblico a disposizione della comunità

Con una cerimonia aperta a tutta la cittadinanza e alle realtà territoriali, il 13 maggio è stata inaugurata Villa De Vecchis, la nuova residenza protetta per anziani che sorge sulla riviera picena, a Massignano (AP).

La struttura è realizzata dal Consorzio Sociale Centopercento onlus, il Consorzio di Cooperative sociali formato da Cooss Marche onlus con sede in Ancona, Cad Società cooperativa sociale onlus con sede a Forlì e Labirinto Cooperativa Sociale.

Villa De Vecchis, immersa in una verde pineta con vista sul mare, è composta da due moduli collegati: la villa dell’800 in stile napoleonico completamente ristrutturata e il nuovissimo padiglione in stile moderno che si affaccia sul mare. Progettata e realizzata con l’utilizzo delle migliori tecnologie e materiali, Villa De Vecchis sarà in grado di accogliere 90 anziani non autosufficienti che potranno essere ospitati in camere singole o doppie tutte dotate di bagni autonomi. All’interno sono inoltre presenti ampi locali soggiorno, la palestra, spazi dedicati alle attività occupazionali e ricreative, la sala TV, e tutto quanto potrà garantire una permanenza in un ambiente tranquillo e accogliente e di altissimo livello qualitativo.

Per l’occasione, sono intervenuti il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, Il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Paolo D’Erasmo, il Sindaco di Massignano, Massimo Romani. Per la cooperativa sociale Labirinto erano presenti: Davide Mattioli, direttore di Labirinto, Annamaria di Gregorio, responsabile del settore Terza età, Gino Grandoni, responsabile commerciale.
Assente per motivi di salute il presidente del Consorzio Centopercento onlus, Franco Alleruzzo, ha affidato un messaggio al vicepresidente, Amedeo Duranti. Alleruzzo ha ricordato che la residenza è un progetto di welfare locale, al quale hanno partecipato cooperatori, amministratori, operai, professionisti, che ha ringraziato per aver realizzato un bene pubblico a disposizione della comunità, perché l’obiettivo è quello di rendere Villa De Vecchis un luogo ricco di umanità, in grado di parlare non solo attraverso il linguaggio dell’assistenza o della medicina, ma anche della vita associativa e sociale oltre che del conforto religioso. "Essere aperti a tanti linguaggi significa rendere Villa De Vecchis un luogo dove ognuno possa far sentire la sua voce, dal quella del dolore a quella della passione e dell’impegno, perché in questo modo la renderemo vita e capace di accompagnare tutta l’umanità che la attraverserà".

Ha allietato l’evento la Banda Musicale della città di Massignano.

Per informazioni

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel: 344 2213146