A Lido di Gavirate, Varese, un week-end lungo fatto di incontri ed esperienze: una festa nazionale dell’Alzheimer

Pls Educational, insieme a Corriere della Sera, come partner, AIP - l’Associazione Italiana di Psicogeriatria, come partner scientifico, la società PLS a curare l’organizzazione, da venerdì 1 a domenica 3 settembre, a Lido di Gavirate, Varese, si svolgerà l’Alzheimer Fest 2017, con tanti eventi e l'assistenza per le famiglie di malati che vogliono partecipare a un weekend di serenità.

Le persone con demenza e i familiari che partecipano all’Alzheimer Fest possono contare su un’organizzazione che vede al primo posto il loro benessere. Andare all’Alzheimer Fest non significa aggiungere un problema alla lista (già lunga) delle difficoltà quotidiane. All’opposto: vuol dire aggiungere un po’ di serenità e tornare a casa ricaricati.

Nei colori dell’Alzheimer Fest c’è un incontro tra vari rami di un medesimo albero: la cultura e la salute, il sociale e l’arte, la cura (in inglese “cure” e “care”) e la bellezza. C’è qualcosa di ogni festival che si rispetti: bei paesaggi, musica, teatro, arte, balli, cibo, letture, giochi, discussioni, laboratori, scienza, medicina, preghiere... e tutto “l'altro” che riguarda la vita (non solo) di chi ha poca memoria.

Attorno alla malattia di Alzheimer e alle altre demenze si discute da molto tempo in modo schematico, su argomenti tra loro separati, tra addetti ai lavori di ogni specie. Nel corso dell’Alzheimer Fest tutti coloro che pensano, amano e soffrono attorno alle persone affette da disturbi della cognitività si ritroveranno in un’atmosfera dominata dalla gioia dello stare insieme. Ciascuna competenza si mescolerà con le altre, senza barriere e preconcetti, ma nel rispetto di saperi e conoscenze che ritengono di migliorarsi se si integrano e si contaminano. Tutti saranno coinvolti, grandi artisti e imperfetti sconosciuti, perché è festa solo se nessuno si sente escluso. Il programma prevede molte voci, molti percorsi; ciascuno sarà libero di scegliere cosa seguire, senza barriere di saperi e di esperienze.

In giro per l’Italia ci sono molte famiglie, molte associazioni e centri, come il Margherita – Centro diurno per Alzheimer e demenze, a Fano, che con il sostegno di migliaia di operatori amorevoli cercano di vivere il più possibile il tempo dell’Alzheimer come una stagione di vita.

Per informazioni

http://www.alzheimerfest.it/IT/index.xhtml