Laboratorio di orto botanico, merenda e aperitivo per sensibilizzare sull’inclusione delle persone con disturbi dello spettro autistico.

In occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza sull’autismo, il 2 aprile, Openhouse aprirà le sue porte alla cittadinanza con il laboratorio per realizzare un piccolo orto botanico. L’iniziativa vuole sensibilizzare la cittadinanza sulle prospettive e le possibilità a favore dell’integrazione nella società delle persone, giovani e adulte, con disturbi dello spettro autistico; la proposta nasce dagli operatori e volontari di Labirinto cooperativa sociale e cooperativa sociale Giò, insieme all’ATS 6 di Fano.

Chi prenderà parte al laboratorio alle 15.30 nella sede di Openhouse, in via Rosciano 28, Fano (PU), sarà coinvolto nell’attività di semina e della messa a dimora di alcune piante, realizzando una piccola porzione dell’orto che continuerà ad essere curato dai ragazzi inseriti nel progetto di agricoltura sociale di Openhouse.

Grazie ai fondi regionali, è stato infatti possibile costruire un percorso integrato sociosanitario- comunitario per migliorare la qualità della vita delle persone con disturbi dello spettro autistico (ASD) attraverso iniziative di inclusione socio-lavorativa.

Domenica 2 aprile guideranno il laboratorio i giovani coinvolti nei progetti di Openhouse sul “Durante noi” e “Soli Mai”, progetto co-housing dell’ATS 6 di Fano sulla legge “Dopo di noi” dedicato alla persone con disabilità grave, e prive di sostegno familiare, curato da Labirinto cooperativa sociale insieme alla Fondazione Noi:Domani, Associazione Omphalos autismo e famiglie e Giò cooperativa sociale.

Al termine del laboratorio i partecipanti riceveranno un gadget realizzato e confezionato da giovani e adulti seguiti nei progetti Openhouse e Soli Mai: in questo modo chi partecipa all’attività porterà a casa una piccola porzione dell’orto e, simbolicamente, i progetti a favore delle persone con disabilità. Il pomeriggio si concluderà con una merenda e un aperitivo curato dai volontari e dagli operatori di Labirinto cooperativa sociale e Openhouse.