Martedì 5 dicembre l’incontro con le persone e realtà che ruotano intorno alle bambine e bambini, ragazze e ragazzi seguiti dal Polo CAA. 

La Fondazione Noi Domani ha accolto il primo incontro formativo rivolto ai partner comunicativi delle bambine e bambini, ragazze e ragazzi seguiti dal Polo territoriale di comunicazione aumentativa alternativa (CAA), il servizio territoriale in collaborazione tra Associazione Genìa e Labirinto cooperativa sociale, in collegamento con Comune di Pesaro, ATS1, AST PesaroUrbino, CTI Pesaro.

L’incontro in modalità mista, parte in presenza e parte on line, è stato condotto dalle professioniste che seguono i percorsi individuali di CAA: Sofia Berti, Valentina Morganti, Silvia Pierpaoli. Genitori e familiari, docenti di sostegno e di classe, educatrici ed educatori, terapiste e terapisti, babysitter, istruttrici e istruttori hanno popolato la sala riunioni della Fondazione.

La forte partecipazione all’appuntamento restituisce l’importanza di costruire reti intorno alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi seguiti dal Polo di CAA. Solo infatti coinvolgendo le persone e le realtà che ruotano intorno alla persona con complessi bisogni comunicativi e intervenendo nei diversi contesti di vita è possibile sviluppare una nuova opportunità comunicativa inclusiva, che tenga conto delle capacità già acquisite della bambine o del bambino, della ragazza o del ragazzo.