Il 20 luglio il Cantiere Rossini di Pesaro, Capitale italiana della Cultura, accoglierà la settima edizione di Song for the Earth: 150 ragazzi da tutta Europa, dai 10 ai 18 anni, insieme formeranno una straordinaria orchestra che si esibirà in concerto.

L’iniziativa è curata dal Sistema Europe Youth Orchestra (SEYO) un complesso strumentale e inclusivo formato da 150 giovani e talentuosi musicisti, dai 10 ai 18 anni che per il 2024 rappresenta più di 30 nazioni europee. Dal 13 al 21 luglio si svolgerà il settimo Summer Camp: giovane musiciste e musicisti, insieme ai loro insegnanti, coaches e direttori d’orchestra si dedicheranno a perfezionare le varie sezioni musicali e soggiorneranno nei collegi dell’Università di Urbino per condividere entusiasmanti esperienze all’insegna della musica e dell’attivismo sociale.

Il Summer Camp culminerà con il concerto ai Cantieri Rossini per abbattere le barriere sociali e contrastare il cambiamento climatico. L’intento è enfatizzare il valore dell’educazione musicale per sensibilizzare la sostenibilità ambientale e contrastare il cambiamento climatico, sempre di pari passo con la valorizzazione dell’equità sociale. L’edizione si caratterizza per una particolare attenzione alla natura che ci circonda: la scelta dei brani musicali incentrati sul tema ambientale, la scelta della location del concerto, una struttura molto vicina alle emissioni zero, l’utilizzo di mezzi di trasporto green, LE pratiche zero waste, catering ecosostenibile, merchandising riutilizzabile, e altre iniziative ecofriendly.

Il concerto finale spazia da brani di musica classica e sinfonica europea fino alla tradizione popolare sudamericana. A guidare il pubblico ci sarà la drammaturgia del critico musicale Guido Barbieri, scritta ad hoc per SEYO 2024, sempre sui temi della sostenibilità e della natura. La scenografia del concerto al Cantiere Rossini sarà realizzata con materiali di recupero raccolti dai giovani protagonisti in collaborazione con il progetto Magazzini Rossini del Rossini Opera Festival e la scenografa romana Alessandra Solimene.

Tra gli ambassador di SEYO 2024 la celebre mezzosoprano americana Joyce Di Donato, attivista e da anni sostenitrice del progetto educativo di El Sistema, e in particolare della sua versione nazionale in Grecia dove il movimento si sta impegnando per portare musica, speranza e ispirazioni a migliaia di bambini, anche tra i rifugiati. Sul podio saliranno due note direttrici d’orchestra: l’italo-francese Charlotte Politi e la colombiana Ana María Patiño-Osorio.

Molte le attività che in questi mesi accompagneranno verso Song for the Earth il concerto del 20 luglio, disponibili sui canali dell’Associazione Libera Musica.

L’ingresso al concerto è gratuito, su prenotazione. Le modalità saranno comunicate circa un mese prima dell’evento.
SEYO 2024 è un promosso e organizzato da LiberaMusica in collaborazione con Sistema Europe, rientra nelle attività di Pesaro2024 Capitale italiana della Cultura.