Nelle scuole di Latina continuano le iniziative e i laboratori basati sulla natura di Upper Seeds.

Contatto, manipolazione, trasformazione, studio, esperienza diretta di elementi e spazi naturali nell’ambiente urbano. Queste sono le caratteristiche di Upper Seeds, le iniziative basate sulla natura ideate e realizzate da enti del terzo settore, comitati di cittadini, istituti scolastici, imprese e liberi professionisti, in forma singola oppure aggregata, nell’ambito di Upper Latina.

Insieme ad Upper Jobs, Upper Seeds è una delle attività lanciate dal Comune di Latina e Labirinto cooperativa sociale nell’ambito del progetto europeo che vuole promuovere la fruizione di spazi verdi e di favorire attività basate sulla natura a tutta la cittadinanza, con particolare attenzione alle fasce più vulnerabili della popolazione, come modalità innovativa per affrontare problemi sociali, ambientali ed economici della città di Latina.

Un grande interesse ed entusiasmo stanno riscuotendo le attività di Upper Seeds negli istituti scolastici di Latina, in particolare al Liceo Scientifico Statale G.B. Grassi, Istituto Comprensivo Giuseppe Giuliano, Istituto Comprensivo Torquato Tasso. Qui bambine e bambine, ragazzi e ragazze stanno sperimentando cosa significa conoscere l’ambiente e lavorare a stretto contatto con la natura.

Fino a giugno, nei  diversi istituti si svolgeranno iniziative rivolte all’educazione e interpretazione ambientale, laboratori di orticoltura e realizzazione di semenzai, di esperienza dell’area e progettazione tecnica, insieme ad attività pratiche di coltivazione e manutenzione, come pure la messa a dimora di piante nel cortile dell’istituto.

Poi ancora letture animate, spettacoli e animazione teatrale, come quello basato sul racconto di Jean Giono “L’uomo che piantava gli Alberi” per riflettere sull’impronta ambientale e l’impatto che le nostre azioni hanno sull’equilibrio ecologico del nostro pianeta.
Un focus è dedicato all’educazione e contatto con il cane: oltre a studiale il rapporto tra umano e animale, sono previste uscite nel quartiere per posizionare cartelli dedicati.

Non mancheranno per gli insegnanti incontri on line per progettare “aule verdi“.