Il resoconto dei due giorni del Meeting delle professioni di cura.

Annamaria Di Gregorio e Silvia Ferri, responsabile del settore sanitario terza età la prima e coordinatrice Gallazzi Vismara la seconda, raccontano la loro esperienza al Meeting delle professioni di cura, del 20 e 21 marzo scorsi.

Le due giornate del Meeting hanno riscosso una grande partecipazione: gli argomenti interessanti hanno portato una grande voglia di mettersi in gioco. I tavoli tematici, i laboratori di pensiero, dedicati a tempo e cura,  sono stati l’occasione per confrontarsi e portarsi a casa la spinta a ri-motivarsi: nelle eterogeneità delle provenienze e delle professioni è stato condiviso il sentire e l’essere più che il fare.

Le RSA, e più in generale, tutte le residenze che accolgono persone anziane, le persone stesse e le loro famiglie, le operatrici egli operatori indistintamente, sono stati i protagonisti delle riflessioni nei tavoli e nei workshop delle due giornate. 

Il lavoro di cura non è un lavoro a canne d’organo, a compartimenti stagni e parcellizzato, ma una vera e propria orchestra dove ognuno suona il proprio strumento armonizzandosi agli altri.
Qui la slide che racchiude l’esito del lavoro di gruppo del laboratorio di pensiero  condotto da Di Gregorio e Ferri.

Durante il Meeting le educatrici dell’RSA Gallazzi Vismara di Arese (Mi) hanno allestito uno spazio espositivo per raccontare il progetto del calendario 2024 –  Storie di vita molto apprezzato dai partecipanti al Meeting.
Il calendario, realizzato in collaborazione con lo staff dell’ufficio comunicazione di Labirinto, illustra le storie raccolte tra le persone che abitano nella residenza di Arese. Le persone diventano protagoniste del proprio tempo: grazie al racconto della propria storia di vita e attraverso la memoria, la persona anziana può ricostruire il significato della propria esistenza e allo stesso tempo, tramanda ricordi e dà agli operatori la possibilità di essere conosciuto e prevedere interventi ad hoc centrati sulla sua persona.

Le immagini della galleria raccontano i momenti di condivisione e di incontro con Giulia Dapero, organizzatrice dell’evento, Cinzia Siviero, e di nuovi o ritrovati incontri con operatori della cura oltre che con le colleghe della RSA Gallazzi Vismara.