Giovedì 7 marzo la cerimonia che ricorda e celebra il primo coordinatore dell’Ats1 di Pesaro che ha contribuito a sviluppare il sistema dei servizi per la disabilità e tracciato la strada per il welfare territoriale, di comunità

 Utenti, della prima e dell’ultima ora, colleghe e colleghi, familiari: gli spazi del Centro servizi Viale Trieste sono stati invasi da una folla di persone, arrivata per omaggiare Giuliano Tacchi. Questa mattina si è svolta infatti la cerimonia per dedicare il centro a Tacchi, figura significativa per Viale Trieste e di riferimento per i servizi rivolti alla disabilità del nostro territorio.

Educatore e coordinatore poi della Scuola ENAIP, oggi Centro servizi Viale Trieste, Tacchi qui ha trovato un vero e proprio laboratorio dove poter sviluppare politiche come dirigente e come primo coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale 1 di Pesaro e dare forma al sistema di servizi per la disabilità nel nostro territorio, rendendo la nostra città un’eccellenza nel settore.

Per l’occasione è stata svelata la targa a lui dedicata. Questa è un primo risultato del percorso che ha coinvolto le ragazze e i ragazzi del laboratorio di grafica del cser Viale Trieste insieme a Claudio Tacchi, illustratore e artista grafico, figlio di Giuliano. La targa restituisce graficamente le grandi passioni di Tacchi: il suo cane, l’università, il centro, la moto. Il lavoro sarà esposto all’esterno dei locali del centro, mentre all’interno, nei prossimi mesi, verrà realizzato un murales, anche questo frutto della collaborazione dalle ragazze e i ragazzi che frequentano il cser insieme a Claudio Tacchi.

Giovanni Breccia dell’équipe educativa del laboratorio di grafica del centro e l’illustratore hanno raccontato il processo creativo dell’intero progetto. Attraverso i bozzetti preparatori raccolti in un video curato dagli utenti dello cser emerge infatti il legame emotivo che unisce il centro e le persone con disabilità del territorio alla figura di Giuliano Tacchi.

Durante la cerimonia si sono susseguiti gli interventi commossi e sentiti di Luca Pazzaglia, responsabile settore disabilità in età adulta di Labirinto cooperativa sociale, Roberto Drago, amico e attuale coordinatore dell’Ats1, Cristina Ugolini, moglie e responsabile settore inclusione accoglienza di Labirinto, Claudio Tacchi, figlio e artista grafico, e di Luca Pandolfi, assessore alla Solidarietà di Pesaro e presidente del comitato dei sindaci dell’Ats1.

 

Guarda il servizio di Rossini Tv